Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Tu, paesaggio d`infanzia di Alba Donati vince il Premio Metauro

Alba Donati ha vinto la venticinquesima edizione del Premio Metauro con Tu, paesaggio dell'infanziaTutte le poesie 1997-2018 (La Nave di Teseo). "La poesia di Alba Donati, con un linguaggio epico, tra vicoli contadini e ripari tutt'altro che idilliaci, racconta la durezza del mondo" è la motivazione della giuria del Premio presieduto da Umberto Piersanti.

 

Risale al 1997 l’esordio poetico di Alba Donati con La repubblica contadina, un racconto in versi su vite sperdute sul bordo degli Appennini. Non in mio nome, uscito nel 2004 e Idillio con cagnolino, uscito nel 2013, danno spazio al bene familiare che si contrappone alla presenza del Male. Tu paesaggio dell’infanzia, pubblicato da La nave di Teseo raccoglie tutte le poesie pubblicate nelle precedenti raccolte e le ultime inedite, illustrando il percorso poetico di Alba Donati: il ritorno al paese dell’infanzia, il rapporto madre/figlia, il ruolo dei maestri, l’angoscia per la violenza esercitata sui bambini, il timore per la furia della Natura.

 

Alba Donati vive tra Firenze e Lucignana, in provincia di Lucca. Ha pubblicato: La Repubblica contadina (City Lights, 1997); Non in mio nome (Marietti, 2004); Idillio con cagnolino (Fazi, 2013). Ha tradotto con Fausta Garavini le poesie di Michel Houellebecq, Configurazioni dell’ultima riva (Bompiani, 2015). Ha curato Poeti e scrittori contro la pena di morte (Le Lettere, 2001) e, insieme a Paolo Fabrizio Iacuzzi, Il Dizionario della libertà (Passigli, 2001). Ha fondato Fenysia la prima scuola dei linguaggi della cultura ed è presidente del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo