Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Alessandro Manzoni: la vita e le opere

Il filmato ricostruisce la vita e l’opera di Alessandro Manzoni (Milano, 7 marzo 1785 – 22 maggio 1873).
Le immagini dei luoghi in cui Manzoni visse, la casa di Milano e la villa di Brusuglio, nella campagna lombarda, fanno da sfondo all’excursus biografico, che prende le mosse dal gruppo di intellettuali milanesi che gravitavano attorno al "Conciliatore", il periodico diretto da Silvio Pellico in cui si incarnava il programma culturale proprio del Romanticismo lombardo. Quest’ultimo, che, erede dell’Illuminismo, ne approfondisce e amplia le tematiche, con Manzoni, il quale pur rimanendo estraneo all’attività del periodico ne condivide il programma, si inscrive in una dimensione europea.
Il contesto storico, la condivisione di ideali con gli intellettuali impegnati nel progetto di costruzione dell’unità d’Italia, si intrecciano con le vicende personali, gli amori, i lutti familiari, il successo letterario, il ritiro durante gli anni della vecchiaia. Ricca è inoltre la disamina delle opere e della loro genesi, soprattutto de I promessi sposi, l’opera che - iniziata nel 1821 e pubblicata, dopo innumerevoli rivisitazioni, nel 1827 – è insieme “romanzo storico, ritratto di un secolo tormentato (il Seicento), libro di riflessione religiosa, poema morale, codice di ironia, modello di lingua, galleria ineguagliabile di ritratti”.
Il racconto è interrotto dalla lettura di alcune pagine manzoniane: Arnoldo Foà legge il coro del Conte di Carmagnola; Ottavia Piccolo Il delirio di Ermengarda dall'Adelchi; Tino Carraro Il cinque Maggio, il coro dell`Adelchi e l`inno Il Natale.
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo