Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Ayòbámi Adébáyò: leggere ci cambia

S’intitola Resta con me il romanzo d’esordio di Ayòbámi Adébáyò (La Nave di Teseo, traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini). Yejide, la protagonista, ama suo marito Akin, conosciuto all’università di Lagos, ma dopo qualche anno la mancata maternità spinge il giovane a prendere un’altra moglie.

Qui l’autrice, che ha partecipato al Festival di Internazionale a Ferrara, parla di come leggere romanzi incida sulla sensibilità dell’individuo.

 

Ayòbámi Adébáyò è nata nel 1988 a Lagos, Nigeria. Si è laureata in Letteratura inglese alla Obafemi Awolowo University e ha conseguito una specializzazione in Scrittura creativa alla University of East Anglia. Lavora come editor della Narrativa per “Saraba Magazine”. Resta con me, il suo romanzo di debutto, è stato tradotto in tredici lingue.

 

 

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo