Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Cees Nooteboom: sono partito presto e non sono mai tornato

Cees Nooteboom, nato all’Aia nel 1933, autore di romanzi, poesie, saggi, opere teatrali e resoconti di viaggio è uno dei più importanti autori europei contemporanei. Rivelatosi a ventidue anni con Philip e gli altri, ha raggiunto il successo internazionale con Rituali e Il canto dell’essere e dell’apparire. La casa editrice  Iperborea ha pubblicato altri suoi sette romanzi (il prossimo Tumbas sarà nelle librerie italiane a settembre 2015) tra cui La storia seguente, che gli è valso il Premio Grinzane Cavour 1994. I suoi libri sono tradotti in più di trenta lingue e ha ottenuto più di una candidatura al Premio Nobel.

Nooteboom è venuto a Roma per ricevere il premio Sandro Onofri per il reportage narrativo e in questa occasione lo abbiamo intervistato. Abbiamo parlato della riflessione sull’arte dello scrivere che compare all’interno dei suoi romanzi, della sua passione per i viaggi, e del suo rapporto con la cultura italiana.

 

 

 

Bibliografia di Cees Nooteboom

Lettere a Poseidon, Iperborea, 2013

Il suono del suo nome. Viaggi nel mondo islamico, Ponte alle Grazie, 2012

Avevo mille vite e ne ho presa una sola, Iperborea, 2011

Le volpi vengono di notte, Iperborea, 2010

Perduto il Paradiso, Iperborea, 2006

Philip e gli altri, Iperborea, 2005

Le porte della notte, Edizioni del Leone, 2003

Hotel Nomade, Feltrinelli, 2003

Il giorno dei morti, Iperborea, 2001

La storia seguente, Iperborea, 2000

Mokusei, Iperborea, 1994

Verso Santiago. Itinerari spagnoli, Feltrinelli, 1994

Rituali, Iperborea, 1993

Il canto dell'essere e dell'apparire, Iperborea, 1991

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo