Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Creatività, distribuzione, e-book: scenari e prospettive della nuova editoria indipendente

In un momento particolarmente difficoltoso per la letteratura e la cultura in Italia, quali strumenti ha a disposizione la piccola e media editoria per sopravvivere e rinnovarsi, trasformando la crisi imperante da pericolo a opportunità?

In occasione di Più libri, più liberi, 10ma edizione della Fiera della Piccola e media Editoria in Italia, ne abbiamo parlato fra gli stand del Palazzo dei Congressi di Roma con Marco Cassini, fondatore insieme a Daniele Di Gennaro della casa editrice Minimum Fax.

Nata ufficialmente nel 1993 come rivista letteraria indipendente, diffusa via fax agli abbonati, Minimum Fax ha saputo affermarsi nel corso degli anni come uno dei progetti letterari più interessanti e prolifici del panorama italiano, dimostrando nella pratica come la passione e la creatività possano sopperire alla carenza di risorse economiche significative coinvolgendo lettori e distributori in un progetto culturale condiviso.

Primi fra tutti a promuovere e rilanciare nelle librerie italiane autori come Raymond Carver, David Forster Wallace, Lawrence Ferlinghetti, Kurt Vonnegut e a scoprire esordienti di successo internazionale come Jonathan Lethem, A.M. Homes, Rick Moody, Dave Eggers e molti altri, fra cui numerosi italiani, fino alla riscoperta e alla valorizzazione di grandi classici dimenticati (fra cui Richard Yates, autore del cult Revolutionary Road) e successi internazionali, i Minimi sono diventati un modello emblematico di come la passione, la qualità, la cura possano rappresentare il vero punto di forza dei piccoli editori italiani, legato a doppio filo all'interesse e al contributo di lettori e librai.

Impegnati ora in una nuova scommessa - la casa editrice indipendente SUR, interamente dedicata alla riscoperta della migliore letteratura latino-americana - continuano a promuovere modelli alternativi di sviluppo, sopravvivenza e crescita per l'editoria indipendente italiana.
I punti chiave: contenuti, creatività, qualità, nuovi modelli distributivi, editoria digitale e formazione.

Una nuova prospettiva per sopravvivere alla crisi? sicuramente, una prospettiva interessante per la promozione di scenari culturali a tutto tondo, per tentare di rilanciare la letteratura e la cultura in Italia dalla viva voce dei suoi attori e protagonisti, a partire da lettori, fruitori e distributori.

Marco Cassini ci racconta oggi, in esclusiva per Rai Letteratura, progetti e scenari della nuova editoria indipendente in Italia.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo