Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Daniel Kehlmann, tre fratelli e le loro infelicità

“Anni dopo, erano adulti da un pezzo e ciascuno invischiato nella propria infelicità, nessuno dei figli di Arthur Friedland ricordava più chi, quel pomeriggio, avesse avuto l’idea di andare dall’ipnotizzatore”: nell’incipit dei Fratelli Friedland dello scrittore austriaco Daniel Kehlmann si enuncia il tema principale del libro, l’infelicità vischiosa che connota nella maturità i tre protagonisti, in contraddizione con le aspettative che avevano da ragazzi . E’ un romanzo filosofico I fratelli Friedland ma, come spiega il suo autore nella nostra intervista, non è un romanzo a tesi: l’idea è quella di esplorare le esistenze di Martin, Eric e Ivan e di scoprire le loro motivazioni. Vent’anni dopo l’abbandono paradossale del padre (Arthur viene incitato dall’ipnotizzatore a seguire i suoi desideri e lascia di punto in bianco la famiglia senza dar più sue notizie), Martin è un prete che finge una fede che non ha mai trovato; Eric ha perso i soldi dei suoi clienti e cerca di nascondere come può il proprio fallimento; Ivan che doveva diventare un pittore, vende i suoi quadri sotto falso nome perché l’artista a cui li attribuisce ha un buon mercato. Tradotto da Claudio Groff per Feltrinelli. Daniel Kehlmann è stato a Roma al Goethe Institut per l’anteprima del festival Letterature 2015. La traduzione dell'intervista è di Soledad Ugolinelli.

 

Daniel Kehlmann è nato nel 1975 a Monaco di Baviera. Figlio di un regista e di un’attrice, giovanissimo si trasferisce con la famiglia a Vienna, dove si laurea in Filosofia e Letteratura. Esordisce nel 1997 con il romanzo Beerholms Vorstellung. Ai suoi lavori giovanili appartengono la raccolta di racconti Unter der Sonne (1998), il romanzo Mahlers Zeit (1999) e Der fernste Ort (2001), un romanzo sull’impossibilità di cambiare drasticamente vita. In Italia sono stati pubblicati Io e Kaminski (Voland, 2006), La misura del mondo (Feltrinelli, 2006), È tutta una finzione (Feltrinelli, 2007), Fama. Romanzo in nove storie (Feltrinelli, 2010). Il suo ultimo romanzo, I fratelli Friedland (Feltrinelli 2015), è uscito il 6 maggio 2015.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo