Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Erri De Luca

Il libro deve essere vento, questo il titolo dell’inedito che Erri De Luca ha letto al pubblico dell’undicesima edizione del Festival Letterature di Massenzio a Roma. Una lettera a un giovane che voglia intraprendere la via della scrittura. Una riflessione seria, e al tempo stesso ironica, sui valori della letteratura.

Erri De Luca nasce a Napoli nel 1950. Pubblica il suo primo libro Non ora, non qui, nel 1989, dopo aver viaggiato molto e praticato diversi mestieri. Del 1991 è Una nuvola come tappeto, a cui fa seguito Aceto, arcobaleno (1992) che gli vale il premio France Culture nel 1994. Altri riconoscimenti d’oltralpe arrivano nel 2002 sia per Tre Cavalli (Premio Laure Bataillon) che per Montedidio (Femina Etranger). Studia da autodidatta diverse lingue, tra cui lo yiddish e l'ebraico antico, dal quale traduce alcuni testi della Bibbia. Lo scopo di queste traduzioni, che lui stesso definisce “traduzioni di servizio", è quello di fornire un’interpretazione quanto più simile ed obbediente all’originale ebraico.

Erri De Luca è anche collaboratore giornalista di diverse importanti testate, tra cui “La Repubblica”, “Il Corriere della sera”, “Il Manifesto” e “L’Avvenire”. Il suo ultimo libro Il torto del soldato è stato pubblicato ad aprile del 2012.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo