Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Fabrizio Silei, L`università di Tuttomio

Gregor e Katiuscia Smirth sono una coppia felice, unita da una visione totalmente materialistica della vita. Per garantirsi un erede fanno un figlio e lo affidano a una balia per non dover modificare la loro routine. Solo che sottovalutano il potere di un’infanzia felice: a contatto con l’amabile Enrichetta e la sua famiglia, il piccolo Primo sviluppa un'indole generosa che contrasta con la loro impostazione. Quando i genitori si rendono conto che Primo è pronto a dilapidare tutto quello che hanno accumulato per darlo a chi ne ha bisogno, gli Smirth mandano il ragazzino in collegio. L’Università di TuttoMio ha plasmato Gregor che da piccolo voleva diventare  un artista: potrà avere lo stesso effetto su Primo. Invece va a finire che la grazia e l’ottimismo di cui il giovane è dotato modificheranno la scuola, i suoi allievi, il disilluso preside, il bidello trasandato, gli incattiviti insegnanti (tutti tranne l’incorregibile Mr Taccagn). Sulla scorta di Roald Dahl una storia ambientata in Inghilterra ma dalla portata universale.

 

 

Fabrizio Silei è nato a Firenze nel 1967. Fra i suoi libri: Se il diavolo porta il cappello (Salani); La doppia vita del signor Rosemberg (Salani); Mio nonno è una bestia! (il Castoro), L’autobus di Rosa (Orecchio Acerbo) con le illustrazioni di Maurizio A. C. Quarello.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo