Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Francesco Piccolo vince il Premio Strega

Francesco Piccolo si aggiudica il Premio Strega 2014 con Il desiderio di essere come TUTTI (Einaudi 2013). La proclamazione del vincitore della 68esima edizione del più ambito riconoscimento letterario italiano si è tenuta il 3 luglio a Villa Giulia, a Roma.

Lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo, fresco di un David di Donatello per la migliore sceneggiatura con “Il capitale umano”, è stato ospite in videochat su Rai Letteratura mercoledì 4 dicembre 2013, rispondendo in diretta a domande e curiosità dei lettori sul suo libro Il desiderio di essere come TUTTI.

 

Francesco PiccoloIl desiderio di essere come TUTTI

“Il 22 giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista”.


I funerali di Berlinguer e la scoperta del piacere di perdere, il rapimento Moro e il tradimento del padre, il coraggio intellettuale di Parise e il primo amore che muore il giorno di San Valentino, il discorso con cui Bertinotti cancellò il governo Prodi e la resa definitiva al gene della superficialità, la vita quotidiana durante i vent'anni di Berlusconi al potere, una frase di Craxi e un racconto di Carver...
Se è vero che ci mettiamo una vita intera a diventare noi stessi, quando guardiamo all'indietro la strada è ben segnalata, una scia di intuizioni, attimi, folgorazioni e sbagli: il filo dei nostri giorni.
Francesco Piccolo ha scritto un libro anomalo e portentoso, che è insieme il romanzo della sinistra italiana e un racconto di formazione individuale e collettiva: sarà impossibile non rispecchiarsi in queste pagine (per affinità o per opposizione), rileggendo parole e cose, rivelazioni e scacchi della nostra storia personale, e ricordando a ogni pagina che tutto ci riguarda. ‘Un'epoca - quella in cui si vive - non si respinge, si può soltanto accoglierla’.

Francesco Piccolo è nato a Caserta nel 1964. Si è laureato in Lettere con una tesi su "Le teorie comiche nel teatro del Settecento". Vive e lavora a Roma. E’ scrittore e sceneggiatore. Nel 1993 è stato finalista del Premio Calvino con il romanzo Diario di uno scrittore senza talento. Con la casa editrice Minimum Fax ha pubblicato nel 1994 Scrivere è un tic. I metodi degli scrittori, tratto da alcune lezioni di creative writing sui metodi di scrittura. Nel 1996 pubblica la raccolta di racconti Storie di primogeniti e figli unici per  Feltrinelli, con il quale ha vinto il Premio Giuseppe Berto e il Premio Chiara. Sempre per Feltrinelli nel 1998 pubblica il romanzo E se c’ero, dormivo seguito, nel 2000, da Il tempo imperfetto. Per Einaudi ha pubblicato: La separazione del maschio (2008), Momenti di trascurabile felicità (2010) e Il desiderio di essere come tutti (2013), vincitore del Premio Strega 2014. Negli Einaudi Tascabili sono stati riproposti: Storie di primogeniti e figli unici (2012) e Allegro occidentale (2013). È fra gli autori di Figuracce (Einaudi Stile Libero 2014).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo