Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Go set a watchman. Il romanzo di Harper Lee 55 anni dopo il Buio oltre la siepe

 Go set a watchman. Il romanzo di Harper Lee 55 anni dopo il Buio oltre la siepe

Esce il 14 luglio 2015 Go set a watchman, il secondo libro della scrittrice statunitense Harper Lee, passata alla storia per aver scritto nel 1960 To Kill a Mockingbird (Il buio oltre la siepe, nella versione italiana) con cui vinse anche il premio Pulitzer e da cui a Robert Mulligan trasse il celebre film con Gregory Peck.

Harper Lee, che oggi ha 89 anni e dal 2007 è cieca e sorda a causa di un ictus, ha mantenuto da allora il più stretto riserbo sulla sua vita. L'annuncio dell'editore Harper Collins di voler dare alle stampe il suo secondo libro, a  55 anni di distanza dal primo, ha fatto impennare il numero di ordinazioni su Amazon Usa (ad oggi è il primo titolo richiesto) e scatenato una ridda di polemiche sulla reale volontà dell’autrice di pubblicarlo. Per mettere fine alle molte insinuazioni una commissione federale dello Stato dell'Alabama ha accertato che Harper Lee è consapevole della pubblicazione ed è in grado di intendere e di volere.

Il titolo Go set a watchman è una citazione della Bibbia: "Poiché così mi ha detto il Signore: va', metti una sentinella che annunci quanto vede", Isaia 21,6. Non si tratta di un'opera nuova ma un vecchio manoscritto, precedente a To Kill a Mockingbird; anzi, è il romanzo da cui è nata l'idea del Buio oltre la siepe.

La protagonista è sempre Scout Finch, figlia di Atticus, che però ora non è più una bambina ma una giovane donna. Sono passati vent'anni dagli eventi narrati nel Buio, che era ambientato durante la Grande Depressione a metà degli anni Trenta, e Scout torna a Maycomb da New York per andare a trovare il padre, ormai anziano. Poco altro si sa della trama, se non che Scout è costretta ad affrontare questioni personali e politiche mentre cerca di capire il comportamento di suo padre verso la società e i suoi stessi sentimenti sul posto dov’è nata e ha passato la sua infanzia.

Nel video il nostro Massimo Carlotto ricorda l'impatto con la lettura del capolavoro dell'autrice americana: "Il buio oltre la siepe di Harper Lee l'ho trovato straordinario, mi ha introdotto nel mondo del male, leggendolo da ragazzo".

Tags

Condividi questo articolo