Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Gustavo Zagrebelsky vince il Premio De Sanctis

Il 23 novembre 2017, presso la sala l'Aula Giulio Cesare in Campidoglio a Roma, è stato conferito a Gustavo Zagrebelsky, professore emerito dell'Università degli Studi di Torino, giurista, già giudice costituzionale e presidente della Corte costituzionale, il Premio De Sanctis 2017, che celebra quest'anno il Bicentenario della nascita dello scrittore, critico, filosofo e politico nato a Morra Irpina il 28 marzo 1817.

 

Gustavo Zagrebelsky ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria per il saggio Diritti per forza (Einaudi), lo abbiamo incontrato in occasione della cerimonia di premiazione in Campidoglio, e con lui abbiamo parlato di alcuni dei temi del libro: la questione storica e giuridica del diritto alla felicità, e come questo tipo di diritto corra sempre il rischio di diventare una forma di "sopraffazione"; la necessità di riconoscere e sostenere la cruciale importanza dei doveri, oggi più che mai in tempi di scarsità di risorse planetarie e saturazione degli spazi, perché la giurisprudenza possa contribuire a realizzare un'uguaglianza reale, senza la quale le ingiustizie mondiali non possono che prosperare e creare sempre più disastri; e infine l'inedita importanza dei diritti delle generazioni future e il conseguente paradosso che ne emerge: la difficoltà di sancire diritti per chi ancora non esiste, e il fatto che il non sancire questi diritti potrebbe pregiudicare tale esistenza futura.

 

Istituito dalla Fondazione De Sanctis con l’adesione del Presidenza della Repubblica, il Premio De Sanctis porta all'attenzione del pubblico ogni anno testi di saggistica di particolare interesse per tecnica e contenuti. La Giuria del Premio è composta da Giorgio Ficara (Presidente), Franco Cordelli, Nadia Fusini, Raffaele La Capria, Raffaele Manica, Giacomo Marramao, Elisabetta Rasy.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo