Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La lettura in Calabria e il Tropea Festival

Con Mario Caligiuri, assessore alla cultura della regione Calabria, parliamo delle caratteristiche del TropeaFestival Leggere&Scrivere che si tiene a Tropea, Vibo Valentia, Soriano Calabro, Serra San Bruno dal 5 al 10 novembre. Quattro le sezioni in cui si articola il festival: “Una Regione per Leggere”, “Carta Canta”, “Calabria fabbrica della cultura”, “Premio Tropea”. Tra gli scopi principali del festival è quello di promuovere la lettura in Calabria, che mira a diventare la prima regione del Sud come numero di lettori. Nei cinque giorni del festival saranno presentati nuovi strumenti di cooperazione per le biblioteche calabresi: un portale web 2.0 che sarà il punto di riferimento per accedere alle informazioni bibliografiche su una base dati di circa 1,5 milioni di titoli, ai servizi di prestito, a una piattaforma per la distribuzione degli ebook, a spazi per far conoscere i loro servizi e le loro attività. Un libro per ogni nato è l’iniziativa secondo cui ogni bambino che nasce avrà in regalo un libro. Carta Canta  è lo spazio dedicato al dialogo tra letteratura e musica. Al Salone del Libro di Torino la Calabria è stata ospite di onore e in questa occasione sono stati presentati sia scrittori sia musicisti calabresi. Il Premio Tropea Letterario Nazionale, giunto quest'anno alla settima edizione, rappresenta il nucleo centrale dal quale si è sviluppato il progetto del TropeaFestival Leggere&Scrivere. Tra i vincitori figurano Roberto Saviano, Gianrico Carofiglio, Carmine Abate, Mattia Signorini, Donatella Di Pietrantonio, Mimmo Gangemi. Ogni anno, in primavera, Il Comitato tecnico-scientifico presieduto da Isabella Bossi Fedrigotti e del quale fanno parte anche i Rettori delle tre Università calabresi, seleziona la terna dei finalisti. A decidere il vincitore assoluto sono i 409 sindaci calabresi, affiancati da una giuria popolare. Il Premio Tropea è, inoltre, il primo in Italia a veicolare le opere finaliste attraverso il formato digitale dell'ebook. I finalisti dell'edizione 2013 sono Edoardo Albinati (per Vita e morte di un ingegnere, Mondadori), Benedetta Palmieri (I Funeracconti, Feltrinelli) e Vito Teti (Il patriota e la maestra, Quodlibet).  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo