Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Lorenza Gentile: in viaggio con la nonna

Da Londra a Gibellina passando per Firenze, Assisi, Napoli e Palermo: quello che compie il quarantaseienne Lorenzo Baiocchi in compagnia della nonna è un itinerario turistico totalmente fuori programma. Lui, Baiocchi, in programma aveva una cosa diversa: il suicidio. Stava per impiccarsi nell’appartamento di Londra, quando riceve una telefonata da sua nonna e, una volta risposto, non riesce a sottrarsi alla richiesta di questa di accompagnarla in Sicilia al paese di origine. Baiocchi, rimasto orfano a un anno a causa del terremoto di Gibellina, ha solo quest’anziana parente (e un’iguana a cui è molto legato) e, accantonati il dolore e la frustrazione per la perdita del lavoro, si mette al suo servizio, spinto dall’urgenza che sente nella sua voce. Vive così una serie di stralunate avventure, visitando luoghi di grande bellezza e rincontrando persone a cui aveva voluto bene e che aveva perso di vista. La felicità è una storia semplice, il nuovo romanzo di Lorenza Gentile pubblicato da Einaudi, è un viaggio all’interno delle occasioni perdute e un inno alle seconde possibilità.

 

Con Lorenza Gentile abbiamo parlato dei temi e dei personaggi del romanzo.

 

Lorenza Gentile è nata a Milano nel 1988, si è laureata in Arti dello Spettacolo alla Goldsmiths University di Londra e ha frequentato la scuola internazionale di Arti Drammatiche Jacques Lecoq di Parigi. Ha scritto Teo (2014) e La felicità è una storia semplice.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo