Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Mahi Binebine: crescere in una cloaca

Yashin è morto: si è fatto esplodere a diciotto anni in un albergo di Casablanca in cui non aveva mai messo piede prima, insieme a suo fratello e ai  suoi migliori amici. Lo scrittore e artista marocchino Mahi Binebine dà voce a Yashin facendogli ripercorrere i momenti salienti della sua vita alla luce della fine che ha scelto. Il grande salto, tradotto in italiano da Manuela Maddamma per Rizzoli, condensa in 160 pagine la parabola umana di un ragazzo marocchino, cresciuto a Sidi Moumen, un quartiere cloaca e finito nelle spire del fondamentalismo islamico.

Mahi Binebine è nato nel 1959 a Marrakech. È tornato definitivamente nella sua città nel 2002 dopo aver vissuto a Parigi (dove ha insegnato matematica per otto anni), New York e Madrid. Dalla fine degli anni Ottanta si dedica alla scrittura, alla pittura e alla scultura. I suoi romanzi sono tradotti in varie lingue.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo