Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Marcello Fois: le due inchieste del commissario Striggio

Una coppia che litiga in un ristorante alla presenza del figlio, una sosta di notte lungo la strada, il bambino di undici anni che scompare dal sedile posteriore: c’è un giallo nel nuovo romanzo di Marcello Fois, Del dirsi addio (Einaudi), ma al centro dell’attenzione dello scrittore non c’è tanto la famiglia spezzata quanto il commissario che indaga sul caso. Sergio Striggio è un poliziotto anomalo: è gay ed ha un amatissimo compagno, Leo, anche se non lo presenta a parenti e colleghi. E poi è colto, da piccolo era fissato con Leon Battista Alberti e tutti si aspettavano da lui grandi cose, non che facesse il mestiere del padre, Pietro. Quest’ultimo è sempre stato una presenza ingombrante nella vita di Sergio, non sono mai andati d’accordo, e la malattia e la morte della madre hanno alzato il livello della loro ostilità. Ora Pietro sta morendo di cancro e accetta l’invito di Sergio a Bolzano. La ricerca del bambino va di pari passo all’evoluzione del rapporto tra padre e figlio. La veste narrativa è apparentemente diversa, ma Del dirsi addio come altri romanzi di Fois parla di famiglie che si autodistruggono e di famiglie che si ricompongono, della difficoltà che abbiamo noi umani a capire cosa vogliamo davvero e a farci capire dagli altri.

 

Con Marcello Fois al Salone del libro di Torino abbiamo esplorato questa prova letteraria, che lo riporta alle atmosfere noir dei suoi inizi.

 

 

Marcello Fois è nato a Nuoro nel 1960 e vive e lavora a Bologna. Tra i tanti suoi libri ricordiamo Picta (premio Calvino 1992), Ferro Recente, Meglio morti, Dura madre, Piccole storie nere, Sheol, Memoria del vuoto (premio Super Grinzane Cavour, Volponi e Alassio 2007), Stirpe (premio Città di Vigevano e premio Frontino Montefeltro 2010), Nel tempo di mezzo (finalista al premio Campiello e al premio Strega 2012), L'importanza dei luoghi comuni (2013), Luce perfetta (premio Asti d'Appello 2016), Manuale di lettura creativa (2016), Quasi Grazia (2016) e Del dirsi addio (2017).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo