Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Marco Vitale, il tempo non ci libera la mente

S'intitola Diversorium il nuovo libro di poesie di Marco Vitale, pubblicato dalle Edizioni Il Labirinto. Una sorta di viaggio nella poesia, come ci spiega l'autore in questa intervista, inframmezzata dalla lettura dei suoi versi. Due i temi principali della raccolta che s'intrecciano nel libro, il distacco e  l'amore.

Su Diversorium ha scritto Roberto Deidier: "C’è sempre una «patina» tra il soggetto e la vita, e forse è proprio la poesia, che di quella vita fa inesorabilmente vissuto, ad abbatterla con la severità serena di chi sa di dover procedere «through a thousand miles of dead grass», come recita l’epigrafe iniziale da Pound."

 

Marco Vitale è nato a Napoli nel 1958 e vive a Milano. È autore dei seguenti libri di poesia: Monte Cavo, Edizione del Giano 1993, L’invocazione del cammello, Amadeus 1998, Il sonno del maggiore, Il Bulino 2003 (poi in Bona Vox, Jaca Book 2010), Canone semplice, Jaca Book 2007, Come da un lungo sonno, Il Bulino 2009. Tra le sue traduzioni le Lettere portoghesi, Bur 1995, Gaspard de la Nuit di Aloysius Bertrand, Bur 2001, Stanze della notte e del desiderio di Jean-Yves Masson, Jaca Book 2008, Miseria della Cabilia di Albert Camus, Nino Aragno Editore 2011.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo