Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Mario Fiorentini, Ennio Peres, Zero uno infinito

Più o meno trentacinquemila anni fa nasceva il concetto di numero. Il primo sistema di rappresentazione numerica probabilmente venne realizzato intagliando delle tacche su un osso: è una delle tante scoperte che si fanno leggendo il libro di Mario Fiorentini e Ennio Peres, Zero uno infinito, divertimenti per la mente, pubblicato da Iacobellieditore. Nella premessa al libro, Mario Fiorentini, che ha compiuto cento anni, spiega che il suo partecipe contributo alla stesura di questo libro nasce dalla sua “passione per la didattica della Matematica, rivolta in particolare ai bambini. Una delle esperienze più gratificanti della mia carriera è stata una serie di lezioni che ho tenuto ai ragazzi dai 9 ai 12 anni, presso la Scuola Elementare e Media di Città Ducale, il paese di mia madre”. Ennio Peres aggiunge che “la Matematica appare una materia arida e noiosa solo a chi la considera unicamente come la disciplina che insegna a fare i conti. In realtà, nel processo di risoluzione di un problema matematico, lo svolgimento dei calcoli costituisce solo il momento terminale (oggettivamente, monotono e ripetitivo); la fase più importante, e assai più stimolante, è proprio quella relativa alla ricerca del procedimento da seguire”. Un itinerario unico alla scoperta dei numeri, del loro fascino, dei loro segreti.

 

 

 

 

 

Mario Fiorentini è nato a Roma, il 7 novembre 1918, ha vissuto tre vite: protagonista della vita culturale romana negli anni Trenta, partigiano pluridecorato in Italia, Stati Uniti e Gran Bretagna, matematico autodidatta specialista di geometria algebrica, algebra commutativa e algebra omologica. I suoi lavori sono raccolti nei Collected Papers, pubblicati da Paulo Ribbemboim in Canada. Ha intrattenuto relazioni di lavoro e di amicizia con i più importanti matematici del Novecento. Con la sua nomina a Professore Ordinario di Geometria nel 1971, l'Università di Ferrara è diventata un centro di ricerca di fama internazionale, che ha attirato studiosi da ogni parte del mondo. La sua esperienza di partigiano è raccontata nei documentari L'uomo dai quattro nomi e L'uomo dei quattro carceri, nonché nel volume Sette mesi di guerriglia urbana (Odadrek).

 

Ennio Peres è nato a Milano il 1 dicembre 1945 e vive a Roma da sempre, laureato in Matematica con lode, ex professore di Informatica e di Matematica, dalla fine degli anni settanta svolge la professione di giocologo, con l’intento di diffondere tra la gente, tramite ogni possibile mezzo, il piacere creativo di giocare con la mente. Curatore di conferenze, corsi e seminari, tenuti in oltre ottanta località italiane ed estere, autore di circa cinquanta libri di argomento ludico e di divulgazione scientifica, ideatore di giochi in scatola e di giochi radiotelevisivi, collaboratore di varie testate giornalistiche nazionali e del Canton Ticino, si avvale costantemente della consulenza della moglie, Susanna Serafini, architetto e illustratrice.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo