Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Massimiliano Smeriglio: capri espiatori a Roma Sud

Un condominio romano in un quartiere popolare: è questo lo sfondo del romanzo Per quieto vivere di Massimiliano Smeriglio (Fazi), che si svolge in due tempi, il 1944 e il 2015. Nel ’44 assistiamo alla violenza subita da una giovane donna, la portiera dello stabile. È una fascista convinta, ha fatto arrestare due ragazzi, poi condannati a morte per il loro impegno nella Resistenza; ora che tutta Roma si scopre partigiana lei sa che gliela faranno pagare. Ai nostri tempi in guardiola c’è il nipote. Smeriglio alterna la narrazione in terza persona con la voce di questo quarantenne che passa la giornata a spiare le vite altrui e a navigare in rete convinto di scoprire complotti: uno spaccato della Roma di oggi e di ieri tra residue isole di dignità e un marea di malcostume e ignoranza esibita.

Massimiliano Smeriglio è nato a Roma nel 1966. Ha pubblicato saggi sul rapporto tra politica, istituzioni e società e nel 2010 il suo primo romanzo, Garbatella Combat Zone (Voland). Con Suk Ovest, banditi a Roma (Fazi), è stato tra i finalisti del premio Scerbanenco 2012. Per quieto vivere è il suo terzo romanzo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo