Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Maurizio Quarello: il silenzio della guerra

’45, graphic novel senza parole di Maurizio Quarello, pubblicata da Orecchio Acerbo, racconta un episodio della Resistenza attraverso la vicenda della protagonista Maria, che rispecchia quello che è accaduto alla nonna dell'autore.

Siamo alla fine della guerra: le azioni partigiane si fanno più audaci, la pace sembra ogni giorno più vicina, ma i pericoli non sono ancora finiti. La percezione del pericolo e la speranza sono proprio le due emozioni che animano Maria, che dalla sua cascina nel Monferrato guarda trascorrere gli eventi mentre aspetta il ritorno di suo figlio, soldato in Russia, e di suo marito, partigiano in spedizione. Lo sguardo del lettore si sovrappone al suo, lungo intense tavole che ci conducono fino alla fine della storia e della guerra, nel giorno della Liberazione.

Alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, abbiamo chiesto all’autore Maurizio Quarello di raccontarci il suo rapporto con la memoria e quello dei suoi giovani lettori, e per quale motivo per raccontare questa storia ha scelto di rinunciare alle parole.

Maurizio Quarello, torinese classe 1974, ha lavorato come grafico, pubblicitario e pittore, prima di dedicarsi all’illustrazione per l’infanzia. Ha vinto numerosi premi ed ha all’attivo oltre trenta titoli. Le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in tutto il mondo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo