Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Michele Cocchi: La casa dei bambini

La casa dei bambini è un romanzo dello scrittore Michele Cocchi pubblicato da Fandango Libri.

 

Il romanzo racconta la storia, ambientata in un tempo e in uno spazio mai definiti (ma che richiamano continuamente a tempi e luoghi reali), di un gruppo di bambini Sandro, Nuto, Dino, Giuliano e Viola, che abitano un orfanotrofio chiamato appunto Casa dei bambini, dove non è permesso né ricordare il passato né usare l'immaginazione, un luogo chiuso a un mondo esterno in cui sembra sia in corso una guerra, che se da una parte li protegge dall'altra gli impedisce di scoprire chi sono veramente. Nella seconda parte del libro i bambini sono adolescenti e nel pieno di una guerra civile, mentre nella terza parte la guerra è finita, e quello che dovrebbe essere un dopoguerra di pace, dato che a vincere sono state le forze ribelli e democratiche, si rivela invece un inquietante sistema di controllo "soft" che lascia ben poco spazio a gioia e a serenità.

 

Abbiamo incontrato Michele Cocchi che in questa intervista ci ha parlato del motivo per cui ha deciso di ambientare la sua storia in un tempo e in un luogo indefiniti; del costante scontro tra realtà e fantasia che si consuma durante tutto il libro senza che nessuna delle due forze riesca mai a prevalere davvero; e del fatto che proprio l'orfanotrofio, che all'inizio del libro sembra un luogo triste e repressivo da cui scappare, a fine lettura risulta forse come l'unica zona franca di tutto il libro, l'unico luogo e momento in cui i bambini, ormai adulti, sono riusciti nonostante tutto ad essere uniti e felici.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo