Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Michele Mari tra i finalisti del Premio Grinzane 2018

Michele Mari, con il romanzo Leggenda privata (Einaudi) è tra i cinque finalisti appena designati per il Premio Bottari Lattes Grinzane 2018, alla sua VIII edizione per la sezione Il Germoglio, riconoscimento internazionale che fa concorrere insieme autori italiani e stranieri ed è dedicato ai migliori libri di narrativa pubblicati nell’ultimo anno.

 

LA MOTIVAZIONE - Nel libro di Michele Mari una bruciante materia personale viene esposta a una strenua pressione stilistica e letteraria: il ricordo della madre, dei rapporti e dei contrasti tra la madre e il padre, del loro diverso operare ad alto livello nell’ambito delle arti si proietta in un allucinato gioco di recriminazioni, in un intreccio di immagini, di esaltazioni e dislocazioni, di rabbie e di nostalgie. La vita della famiglia, con i suoi atti quotidiani, le occasioni importanti e quelle banali, gli incontri e gli scontri, i riflessi deformati dal punto di vista del figlio, tutto viene assunto in una sorta di artificio mitico: la realtà vissuta diventa leggenda; dolore e amore, sofferenza e passione si fissano in emblema assoluto di lacerazione. Così l’esistenza e la scrittura si specchiano aggressivamente l’una nell’altra. Tra rabbia, ironia, accensioni improvvise, scatti inopinati, Mari, col suo piglio di supremo stilista, trasforma la propria esistenza e quella dei suoi genitori in un ossessivo giro di vite letterario, che si riavvolge su se stesso, facendo vacillare i confini tra realtà e finzione, tra letteratura e realtà.

 

Gli altri finalisti sono Yu Hua (Cina) con Il settimo giorno (Feltrinelli; traduzione di Silvia Pozzi), Andreï Makine (Russia) con L’arcipelago della nuova vita (La nave di Teseo; traduzione di Vincenzo Vega), Viet Thanh Nguyen (Vietnam) con I rifugiati (Neri Pozza; traduzione di Luca Briasco) e Madeleine Thien (Canada) con Non dite che non abbiamo niente (66thand2nd; traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini).

 

«La proposta di quest’anno è stata un autentico giro del mondo – commenta la Giuria Tecnica del Premio –, con un’attenzione particolare, tranne un’importante eccezione italiana, alle aree lontane, dalla Siberia alla Cina al Sud-est asiatico, con contrastato e sfaccettato rapporto tra natura e civiltà. Tante le prospettive stranianti – una città di fantasmi, il limbo che ospita chi è morto da poco –, che fanno emergere le contradizioni, le assurdità, le miserie della vita a cui siamo assuefatti»

 

I romanzi finalisti del Premio, organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes, sono stati designati e annunciati sabato 14 aprile 2018 a Cuneo, alla sede della Fondazione CRC, ente che collabora e sostiene il Premio per il triennio 2017-2019, dalla Giuria Tecnica: il presidente Gian Luigi Beccaria (linguista, critico letterario e saggista), Valter Boggione (docente), Vittorio Coletti (linguista e consigliere dell'Accademia della Crusca), Rosario Esposito La Rossa (libraio a Scampia), Giulio Ferroni (critico letterario e studioso della letteratura italiana), Laura Pariani (scrittrice), Sandra Petrignani (scrittrice e giornalista), Enzo Restagno (critico e musicologo), Alberto Sinigaglia (giornalista e presidente Ordine dei Giornalisti Piemonte), Marco Vallora (critico).

 

Ora la parola sui romanzi finalisti al Premio Bottari Lattes Grinzane passerà ai giovani. Tra aprile e giugno 2018 i cinque libri saranno letti e discussi dai 400 studenti delle 25 Giurie Scolastiche. Ventiquattro giurie sono state scelte in modo da coprire tutto il territorio della Penisola: quattro in Piemonte e una per ciascuna delle altre regioni d’Italia. A queste si aggiunge la giuria ad Atene, presso la Scuola Italiana Statale.

 

Sabato 20 ottobre, presso il Castello di Grinzane Cavour, gli studenti esprimeranno in diretta il loro voto per proclamare il vincitore nel corso della cerimonia di premiazione in cui saranno presenti tutti i finalisti.

 

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo