Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Nadia Terranova, sono pazzi questi adulti

Rebecca ha tredici anni, come Paolo, il suo migliore amico; Maura, la loro nuova compagna di classe ne ha uno in più perché è stata bocciata. Maura si comporta da bulla e solo verso Rebecca è un po' più gentile, tanto che le presenta Loris, un quattordicenne con barbetta e il sogno di diventare rabbino che subito fa battere il cuore alla ragazza. Quattro adolescenti alle prese con i primi turbamenti amorosi, ma anche con i pasticci che combinano i loro genitori (molto più confusi di quanto dovrebbero essere) sono al centro di Le nuvole per terra, il romanzo di Nadia Terranova pubblicato da Einaudi ragazzi. Con l'autrice abbiamo parlato della scelta dei temi, dei personaggi e delle differenze tra scrittura per ragazzi e scrittura per adulti. 

 

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978 e vive a Roma. Tra i suoi libri, Caro diario ti scrivo, scritto con Patrizia Rinaldi e pubblicato da Sonda nel 2011, e Bruno. Il bambino che imparò a volare (Orecchio Acerbo 2012, illustrazioni di Ofra Amit) che ha vinto il Premio Napoli e il Premio Laura Orvieto ed è stato tradotto in Spagna. Collabora con «IL Magazine» e «pagina99». Gli anni al contrario (Einaudi Stile Libero 2015) è il suo primo romanzo per adulti.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo