Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Sara Antonelli: Dylan non ha bisogno di certificazioni

L'americanista Sara Antonelli eprime il suo punto di vista sul premio Nobel a Bob Dylan, sottolineando come questo artista non abbia bisogno di certificazioni. Antonelli si sofferma sul talento linguistico di Dylan: non solo la lingua musicale gli deve molto, ma la lingua parlata gli deve molto. 

 

Sara Antonelli è Ricercatore in Lingue e Letterature Anglo-Americane presso l’Università di “Roma Tre”. Ha conseguito la Laurea in Lettere (1991), il Diploma della Scuola di specializzazione in traduzione letteraria (1996) e il Dottorato di ricerca (2000) presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Ha inoltre conseguito un Diploma in “American Studies” presso Mount Holyoke College, Massachusetts, USA (1994), dove è stata “Fulbright Language Fellow”. La sua attività di ricerca si concentra principalmente sull’Ottocento, sul Modernismo e sulla cultura contemporanea, con una predilezione per la letteratura afro-americana, il romanzo, e i rapporti tra la letteratura e arti visive (fotografia e cinema). E' autrice di saggi e volumi di storia e critica letteraria, ha curato l’edizione italiana delle opere di F. Scott Fitzgerald per l’editore minimumfax, ha scritto di letteratura e cultura USA per il quotidiano l’Unità (2006-2014), collabora con il programma Wikiradio di RAI – Radio 3, ed è traduttrice di romanzi e racconti di autori statunitensi (Harriet Jacobs, Nathaniel Hawthorne, Louisa May Alcott, Sam Shepard, Edith Wharton). Ha curato due mostre fotografiche: Stieglitz e i fotografi di Camera Work (2002) e Freedom Fighters: i Kennedy e la battaglia per i diritti civili (2013). Nel 2010 e nel 2014 è stata Visiting Professor presso l’École Normale Supérieure di Lyon.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo