Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Saviano: qual è la potenza della letteratura?

A Barolo, il 6 luglio 2013, una sorpresa si è “infiltrata” nel calendario degli incontri culturali in programma: in occasione del Festival Collisioni: nelle langhe è arrivato lo scrittore Roberto Saviano per incontrare i protagonisti del Progetto Giovani, oltre 500 ragazzi che ogni anno vengono ospitati nei giorni del festival.

 

Saviano è salito sul palco della Piazza Rossa insieme al giornalista torinese Gabriele Madala e durante l’incontro - alla domanda di una giovane interessata a conoscere il suo giudizio sulla potenza della letteratura - l’autore del bestseller Gomorra ha risposto sottolineando come la letteratura sia in grado di rendere universale una storia particolare, perché “la letteratura mette paura nella misura in cui diventa uno strumento che permette a una storia marginale di diventare vicinissima, nota, conosciuta”.

 

Roberto Saviano, dopo sette anni dal suo romanzo d’esordio Gomorra, ha appena pubblicato con la casa editrice Feltrinelli il suo ultimo libro Zero Zero Zero, un romanzo–inchiesta, il cui argomento centrale è la cocaina, della quale lo scrittore cerca di sfatare i più grandi tabù, utilizzando la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, di territorio e d'impresa della camorra e della criminalità organizzata in genere.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo