Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Scrittori per un anno: Fulvio Ervas

La più grossa eredità che noi abbiamo è il luogo in cui viviamo. […] In ogni puntata di Stucky c’è un episodio di tipo ambientale che voglio raccontare, che voglio fissare. […] E allora cerco di scrivere e di raccontare come se dovesse rimanerci memoria narrativa ma anche visiva, spero, di un territorio che ha delle cose bellissime”.

Così lo scrittore Fulvio Ervas, autore della serie di romanzi che hanno come protagonista l’ispettore Stucky,per metà persiano e per metà veneto, nella puntata che Scrittori per un anno, programma di Rai Educational, diretta da Silvia Calandrelli, propone su Rai Scuola sabato 7 dicembre alle ore 23,00.

Fulvio Ervas si sofferma non solo sulla genesi e sul grande successo del libro Se ti abbraccio non aver paura, che racconta  lo straordinario viaggio di un padre e suo figlio autistico, ma anche sui temi della sua intera produzione narrativa, dall’attenzione al tema ambientale, che ricorre nei sei romanzi che hanno per protagonista l’ispettore Stucky fino al recenteSi fa presto a dire Adriatico, alla visione della scuola come un organismo vivente, vero e proprio ecosistema.

Fulvio Ervas nasce nel 1955 in provincia di Treviso.

Inizia a scrivere storie insieme a sua sorella Luisa (nel 2001 vincono il premio Calvino con La lotteria) e con lei pubblica, nel 2006, Commesse di Treviso e, nel 2007, Succulente.

È autore di alcuni fortunati romanzi gialli ambientati in Veneto che hanno come protagonista l’ispettore Stucky, veneto e persiano: a Commesse di Treviso seguono con cadenza annuale Pinguini arrosto (2008), Buffalo Bill a Venezia (2009), Finché c’è prosecco c’è speranza (2010) e L’amore è idrosolubile (2011) e Si fa presto a dire Adriatico (2013).

Insegnante di scienze naturali, racconta con una vena di ironia il suo punto di vista sulla scuola in Follia docente (2009).

Per un anno raccoglie le storie di Franco e Andrea, suo figlio autistico, e racconta il loro straordinario e avventuroso viaggio in Se ti abbraccio non aver paura (2012). Il libro ha ottenuto un enorme successo di pubblico e ha vinto il premio degli ascoltatori di Fahrenheit.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo