Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Silvia Santirosi, come posso dirti

Il treno di Silvia Santirosi, illustrato da Chiara Carrer, parla di una bambina a cui è morta la mamma. Il padre le parla e le parole aiutano la bambina a elaborare il lutto, a salire sul treno che nei suoi incubi parte sempre senza di lei. Silvia Santirosi nell’intervista racconta lo spunto da cui è nato il libro: il ritrovamento di una lettera scritta anni prima a un’amica che aveva perso la madre. Secondo Santirosi ai bambini si può parlare di morte, come si può e si deve parlare di tutto. Scrivere per bambini, come diceva Dino Buzzati, è come scrivere per adulti, solo più difficile: bisogna essere autentici. Non serve semplificare il linguaggio (i più piccoli apprezzano le parole nuove), bisogna essere essenziali. Le illustrazioni di Chiara Carrer hanno interpretato il testo, lo hanno arricchito di nuove preziose sfumature.

Silvia Santirosi è nata a Roma nel 1981. Si è laureata in Filosofia nel 2005. Collabora con L’Espresso, L’Unità, Andersen e Le conquiste del lavoro. Ha pubblicato la raccolta di poesie Istantanee (2008), il libro per ragazzi Capitan Barbabrizzola. Un naso da salvare illustrato da Simone Rea (2012) e racconti su diverse riviste.

Chiara Carrer è nata a Venezia nel 1958, ed è una delle più originali e conosciute illustratrici italiane. Ha compiuto gli studi al liceo Artistico di Venezia e si è diplomata all’Accademia di Belle Arti a Roma. Nel 1999 ha vinto il Premio Andersen come migliore illustratrice dell’anno. Svolge attività didattica presso biblioteche, scuole pubbliche e private, organizzando laboratori di pittura, incisione e illustrazione. Ha illustrato un centinaio di libri, per molti dei quali ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti, fra i quali Apel les mestres (1994), Premio Unicef (1995), Il Battello a Vapore – Città di Verbania (1995), il Premio Bologna Ragazzi 2000 e il prestigiosissimo Golden Apple alla Biennale di Bratislava nel 2003. Ha tenuto importanti mostre in Italia, Giappone, Repubblica Ceca e Brasile.  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo