Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Solnit: dei disastri e di altro ancora

Qual è il metodo per le mie ricerche? È una domanda interessante. Nessuno mi ha mai spiegato come affrontare il mio lavoro, come fare le ricerche. Non esiste un metodo scientifico preciso, ma io trovo che nella vita ci sia qualcosa di magico e terribile: ecco, io faccio riferimento a questo per le mie ricerche”: in occasione del Festival di Internazionale a Ferrara, la scrittrice e saggista statunitense Rebecca Solnit racconta con queste parole - ai microfoni di Rai Letteratura – lo spirito e l’ispirazione che contraddistingue i suoi celebri studi sull’ambiente e sulla politica. Rebecca Solnit - nota anche come “la donna che racconta i disastri”, o come “la nuova Susan Sontag”, appellativo che la lusinga molto - vive a San Francisco, dove si occupa anche di arte, e in Italia ha pubblicato Speranza nel buio. Guida per cambiare il mondo (Fandango 2005), Storia del camminare (Bruno Mondadori 2005), Un paradiso all’inferno (Fandango 2009). Il suo ultimo libro è The Faraway Nearby (edit 2013). 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo