Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

TaoBuk - Taormina 23/27 giugno

 TaoBuk - Taormina 23/27 giugno

Dal 23 al 27 giugno torna nella meravigliosa cornice del Teatro Antico di Taormina per la sua 8^ edizione TAOBUK - Festival Internazionale di Letteratura, ideato e diretto da Antonella Ferrara, che si sviluppa tra letteratura, teatro, musica e arte sul tema di quest'anno che è "Rivoluzioni".

 

Questa 8^ edizione di Taobuk si propone dunque di indagare nei desideri e nelle pulsioni individuali che si fanno propulsori di grandi e piccole trasformazioni. "Rivoluzioni" è un interrogativo sul senso della proiezione di sé nella vita e nei progetti, scandagliare una realtà che si fa sogno, disegno, intenzione politica, movimento sociale, prassi dell’Utopia, a volte capace di farsi pratica politica.

 

Tra gli ospiti di quest'anno Amos Oz, Elizabeth Strout, Dario Argento, Sergio Castellitto, Carmen Consoli, Paola Cortellesi, Anna Valle e Stefano Bollani con l’Orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania diretta da Paolo Silvestri, e ancora Fernando Savater, Catherine Dunne, Madeleine Thien, Rawi Hage, Asli Erdogan, Jamileh Kadivar, Edgar Morin e moltissimi altri.

 

La serata inaugurale, sabato 23 giugno alle 20.30, sarà palcoscenico dei Taobuk Awards, riconoscimenti d'eccellenza nel campo della letteratura e delle arti. I Taobuk Awards for Literary Excellence sono assegnati per questa edizione ad Amos Oz, scrittore e saggista israeliano già Premio Principe de Asturias de las Letras e Premio Carical Grinzane, e all’autrice Premio Pulitzer Elizabeth Strout, per il particolare filo con cui hanno saputo intrecciare, nella scrittura, vita personale e rivoluzioni, rivestendo vicende private di un valore assoluto e universale.

 

La serata, condotta dal giornalista del Tg1-RAI Alessio Zucchini e da Antonella Ferrara, presidente di Taobuk. per la regia di Stefano Sartini, grazie alla Main Media Partnership Rai andrà in onda in differita su Rai 2 il 3 luglio alle 23.00.

 

Tra le le lectio magistralis previste segnaliamo:

 

Domenica 24 giugno la lectio magistralis di Amos Oz. Nelle sue idee politiche come nel lavoro letterario, Oz si considera un evoluzionista più che un rivoluzionario, nonostante molti nel suo Paese lo reputino un radicale. Qual è il ruolo di un intellettuale che difende il libero pensiero quando tutti sembrano brancolare nel buio?

 

Lunedì 25 giugnoHo tradito mia madre’, la rivoluzione personale di Elizabeth Strout. Amare può anche comportare una rottura con i vecchi schemi. Nelle nostre vite il tempo che scorre segna rapporti e persone e quando produce trasformazione a volte provoca dolore. Ma è questo il prezzo che si paga quando ci si evolve.

 

Martedì 26 giugno, Matteo Collura con intervento sull’essenza più profonda dei libri, finestre aperte sull’altrove, strumento di conoscenza, emancipazione, riscatto, civiltà. Collura, infaticabile lettore, scrittore e giornalista, affronta un tema nevralgico in un’epoca di profonda trasformazione.

 

Tra gli altri eventi segnaliamo:

 

Mercoledì 27 giugno, per ricordare l’anniversario della Legge Basaglia, un approfondimento sulla rivoluzione che ha restituito dignità ai malati. Intervengono lo psichiatra, scrittore e sociologo Paolo Crepet, Peppe Dell’Acqua, psichiatra già Direttore DSM Trieste - che ha lavorato con Franco Basaglia, partecipando attivamente all’esperienza di trasformazione e superamento dell’Ospedale Psichiatrico – lo Storico del Diritto Ernesto de Cristofaro e Santina Bucolo, Presidente dell’Associazione Oltre l’Orizzonte.

 

E ancora gli incontri con i grandi autori italiani di questa stagione letteraria: da Rosella Postorino, con il suo libro Le assaggiatrici, (Feltrinelli) e il coraggio rivoluzionario di raccontare l’altra storia, quella dove non ci sono eroi ma carnefici, a Giancarlo De Cataldo sugli ultimi successi editoriali, Sbirre (Rizzoli) e L’agente del caos (Einaudi); dalla cronaca di un Paese senza statisti con gli interventi di Luciano Fontana, autore di Un paese senza leader (Longanesi) e di Giancarlo Mazzuca, autore di Noi Fratelli, (Mondadori), al racconto di Paolo Giordano e del suo ritorno in libreria con Divorare il cielo, (Einaudi); da Daria Bignardi e la cronaca di una rinascita personale raccontata nel libro Storia della mia ansia (Mondadori), ad Aldo Cazzullo sul libro Metti via quel cellulare. Un papà, due figli, una rivoluzione, (Mondadori), dialogo padri-figli su Rete e vita “reale”; da Andrea Marcolongo con il racconto di una rivoluzione interiore, dagli Argonauti ai giorni nostri a partire dal suo ultimo libro La misura eroica (Mondadori), e moltissimi altri.

 

Per tutte le info e il programma completo vai al sito: www.taobuk.it

 

Tags

Condividi questo articolo