Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

The Hollow of the Hand. Il libro di poesie di PJ Harvey

Esce per Bloomsbury Circus The Hollow of the Hand (L'incavo della mano), l'esordio in poesia della celebre cantautrice britannica Pj Harvey. La raccolta di versi si unisce alle immagini del fotografo e regista irlandese Seamus Murphy e documenta l’esperienza dei viaggi fatti dai due tra il 2013 e il 2014 in vari luoghi tra Occidente e Medio Oriente (Washington, il Kosovo, l’Afghanistan e oltre).

Spiega la musicista del Dorset: "Raccogliere informazioni da fonti secondarie sembrava troppo lontano da quello di cui stavo provando a scrivere. Volevo sentire l’odore dell’aria, sentire il suolo sotto ai miei piedi e incontrare le persone che vivono nei paesi che mi affascinano. Il mio amico Seamus Murphy ed io ci siamo accordati e abbiamo deciso di lasciare crescere questo progetto insieme – io avrei raccolto parole, lui fotografie, seguendo i nostri istinti per dirigerci in nuovi posti".

Incalza il sodale Murphy: Polly è una scrittrice a cui piacciono le immagini e io sono un fotografo a cui piace la scrittura. La nostra è una combinazione curiosa. E’ il nostro sguardo sul nostro Paese e il mondo

Poco prima della pubblicazione, Polly Jane ha recitato in anteprima per il New Yorker una delle poesie contenute nella raccolta. Il titolo è:

The Guest Room

One gray dove circles the ruins.
A jet heads to the base.
A boy sings to the bird.

He carries a blue gas cannister.
Where shall I go?

I have no home. I had a place
but guests came
and they remained.

Where shall I go?
He leads us through the village.

One cockerel. A pile of shoes
outside a curtained door.

We sit on orange cushions.
Children bring us tea and bread.

I wish we had brought gifts.
I hope we know when to leave.

La stanza degli ospiti

Una colomba grigia punteggia le rovine
Un jet si dirige alla base
Un ragazzo canta agli uccelli
Trasporta una bombola di gas blu
Dove devo andare?
Non ho casa. Avevo un posto
ma sono venuti degli ospiti
e sono rimasti
Dove devo andare?
Ci guida attraverso il villaggio
un galletto. Un ammasso di scarpe
fuori da una porta con delle tende
Sediamo su cuscini arancioni
I ragazzi ci offrono pane e
Quanto vorrei aver recato doni.
Quanto vorrei sapere quando andar via

Nel 2011 la Harvey e Murphy avevano collaborato per una serie di 12 cortometraggi ispirati dalle canzoni dell'album Let England Shake. Il video qui sotto è quello di On Battleship Hill.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo