Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Veronica Raimo - Miden

Miden, il nuovo romanzo di Veronica Raimo pubblicato da Mondadori, racconta la storia di una coppia che vive in una sorta di comunità ideale nordeuropea, la cui tranquillità viene scossa da un'accusa di violenza sessuale. Mentre l'uomo e le sue azioni vengono passate al vaglio dalla comunità, l'atto incriminato non viene mai effettivamente descritto, proprio per lasciare che il lettore, invece di prendere posizione, esplori insieme ai protagonisti il confine oltre il quale qualcosa è violenza oppure non lo è, confine che talvolta può rivelarsi sottilissimo.

 

La trama dalla scheda dell'editore - È un mattino cristallino come tanti a Miden. Una ragazza bussa alla porta di una coppia con un’accusa di abuso sessuale. L’accusato è il suo ex professore di filosofia. La compagna del professore aspetta un figlio. Sono entrambi approdati a Miden da un paese straniero, sprofondato nel Crollo: una devastante crisi economica. Miden è la società ideale che li ha accolti, un nuovo Eden di eguaglianza e benessere, una piccola comunità laica e razionalista, tanto solidale quanto inflessibile. Il professore e la studentessa hanno avuto una storia in passato. Ma è solo a due anni di distanza che la ragazza si rende conto di aver riportato un trauma da quel rapporto. La denuncia scuote la felice comunità di Miden, dove ogni anomalia che ne alteri il candore viene dibattuta e corretta, ogni trauma riconosciuto e risolto per il bene comune. I tre protagonisti si ritrovano al centro di un’indagine. Amici e colleghi si trasformano in un tribunale che deciderà delle loro vite. E, nell’attesa del verdetto, tutte le certezze della coppia si corrompono, così come il futuro che sognavano per il loro figlio.

 

In questa intervista realizzata alla libreria La Pecora Elettrica di Roma, Veronica Raimo ci ha parlato del rapporto tra distopia e utopia in Miden; del perché ha deciso di non dare nomi a nessuno dei personaggi del libro ma di identificarli con il loro ruolo sociale e narrativo; dell'ambiguità di fondo a tutto il romanzo (in particolare quella tra violenza e no) e del perchè era proprio questa ambiguità che desiderava esplorare e approfondire, tanto più nell'epoca dello scandalo Weinstein e del #metoo; infine Veronica Raimo ci ha parlato del protagonista maschile del libro, una figura tutt'altro che semplice nonostante sia quella che più di tutte alle altre coinvolte si chiude al cambiamento e respinge con tutto se stesso anche solo la possibilità che dal punto di vista della ragazza che lo accusa si sia trattato, effettivamente, di violenza.

 

«Se i romanzi possono indicare la macchia, la voragine in un Occidente che si ostina ad autorappresentarsi come desiderabile, Miden risponde a questa chiamata con la profondità e l'intelligenza di cui è capace la narrativa: non fornendo risposte, ma dissotterrando nuove domande» Nadia Terranova

 

Veronica Raimo è nata a Roma nel 1978. Ha pubblicato i romanzi Il dolore secondo Matteo (minimum fax, 2007) e Tutte le feste di domani (Rizzoli, 2013), e, in Germania, la raccolta di racconti Eines Tages alles dir (Launenweber Verlag, 2017). Ha cosceneggiato il film Bella addormentata di Marco Bellocchio (2012), si occupa di libri, cinema e musica per diverse testate e traduce romanzi e racconti dall'inglese.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo