Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Vichi De Marchi, I maestri di strada

I maestri di strada di Vichi De Marchi, uscito nella collana Semplicemente eroi di Einaudi ragazzi, cala il lettore all’interno di una scuola “unica al mondo”. È quella organizzata nel quartiere Barra di Napoli per dare un diploma ai ragazzi pluriripetenti, avviarli verso un lavoro, toglierli dalla strada. De Marchi ci racconta le storie di Ciro, che ha il padre in galera ed è sempre pronto ad attaccare briga; di Vincenzo che adora il suo cane Sandokan, un randagio che lo accompagna a scuola e lo aspetta all’uscita; di Carmela che bada ai due fratellini da quando la madre se n’è andata, mentre il padre vende fazzoletti di carta per strada. Cesare e Laura, i maestri di strada, si prendono cura di questa umanità dolente: chiedono ai ragazzi di rispettare un patto d’onore che li vincola alla frequenza, vanno a cercarli a casa quando non si presentano, li portano in gita a Ischia, organizzano feste di compleanno, li fanno sfogare nel circle time del lunedì e recitare in uno spettacolo. Scritto con il metodo della presa diretta, senza un aggettivo di troppo, usando lo strumento della suspense per cui anche chi legge si preoccupa quando uno di loro sparisce, I maestri di strada è un libro prezioso per l’esperienza che testimonia e per come la testimonia.

 

Vichi De Marchi è nata a Venezia e vive a Roma. Giornalista e scrittrice, è stata anche autrice di programmi per Raisat ragazzi e ha ideato e diretto Atinù, settimanale d’informazione per bambini. È portavoce per l’Italia del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite. Tra i suoi libri: Sofia Kovalevskaja si racconta (Editoriale scienza); Le arance di Michele (Piemme); La mia vita tra i gorilla (Editoriale scienza).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo