Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Morti bizzarre di grandi scrittori


Secondo alcune teorie Edgar Allan Poe, morto nell'ottobre del 1849, fu vittima di un caso di "cooping", la pratica di costringere con la forza - e con l'aiuto di droghe e alcol - i partecipanti a una votazione ad esprimere il proprio voto per un particolare candidato. Lo scrittore venne infatti trovato riverso in strada, senza i suoi vestiti, a Baltimora durante le elezioni politiche. Altre teorie sulla sua morte comprendono epilessia, alcolismo, rabbia. Ad infittire il mistero ha contribuito anche la scomparsa della documentazione ospedaliera e del certificato di morte.
 
 
 
 

Per quanto dotati di fantasia prodigiosa, spesso alla ricerca del finale perfetto, nessuno tra questi scrittori poteva immaginare cosa il destino aveva in serbo per loro.