Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Natalia Ginzburg e l`arte dell`incipit


Natalia Ginzburg con Pier Paolo Pasolini e Giorgio Bassani


Ricorre quest’anno il centenario dalla nascita della grande scrittrice Natalia Ginzburg, nata il 14 luglio del 1916 a Palermo. La sua è una delle voci letterarie più importanti del Novecento, ha scritto opere memorabili come Lessico famigliare, raccontando le vicende private della sua folta famiglia di antifascisti torinesi di origine ebraica. Fin dal suo primo racconto, scritto a 17 anni, Natalia Levi (questo il cognome di nascita) ha sperimentato forme di espressione sempre nuove: dalla novella al romanzo alla commedia, dall’autobiografia alla cronaca a quelli che lei stessa definì «saggi morali», dalla traduzione di classici fino alla poesia e all’intervento civile legato al suo impegno in Parlamento. Romanzi come Le voci della sera o Caro Michele, affreschi storico-narrativi come Tutti i nostri ieri o La famiglia Manzoni, hanno lasciato un segno indelebile nella storia della letteratura italiana. In questa gallery gli incipit di alcune degli splendidi incipit tratti dalle sue opere.