Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Addio a Jacqueline Risset

A settantotto anni, è morta Jacqueline Risset, grande italianista francese. Risset viveva a Roma e insegnava all’Università Roma Tre. Il suo nome è legato in particolare alla traduzione in francese della Divina Commedia (1985 - 1990), e a Dante aveva dedicato alcuni tra i suoi saggi più apprezzati: Dante scrittore (1984), Dante. Una vita (1985). Era nata in Francia, a Besançon. Ha attraversato l'esperienza delle avanguardie, sia come membro della redazione-laboratorio di Tel Quel, che accostandosi, in Italia, al Gruppo 63. Tra i suoi lavori in versi: Amor di lontano, 1993; Les instants, 2000; Il tempo dell'istante 2011. Altri saggi di rilievo sono: L'incantatore. Scritti su Fellini, 1994; Il silenzio delle sirene, 2006; Tra Petrarca e Leopardi. Variazioni inclusive, 2006; Traduction et mémoire poetique, 2007. Ha curato inoltre i libri: La lirica rinascimentale (2001), e La rivista Botteghe Oscure e Marguerite Caetani. La corrispondenza con gli autori stranieri, 1948-1960 (2007). Le potenze del sonno (2008) raccoglie brevi testi, ricordi, suggestioni e ragionamenti intorno all'inafferrabile enigma del sonno, occasione di un sapido e folgorante viaggio tra le figure dell'immaginario e della storia culturale, ma anche di una straordinaria biografia intellettuale.