Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Odio la Juve: il tifo antijuventino in un libro a più voci

Odio la Juve è un libro pubblicato da Meltemi in cui moltissmi autori si cimentano nel tentare di spiegare, ciascuno a modo suo, l'unico elemento capace di unire tifosi di squadre completamente diverse e magari anche in conflitto tra loro: il tifo antijuventino. Il libro si propone di scandagliare le motivazioni non solo sportive ma anche sociali, politiche e culturali di questo atavico astio, il tutto non senza una buona dose di ironia.

 

Durante il Salone Internazionale del Libro di Torino 2018 abbiamo incontrato e intervistato alcuni degli autori presenti nel libro: Duka, Enrico Astolfi, Juri di Molfetta e Andrea Ferreri, che ci hanno parlato dei loro interventi nel volume.

 

Hanno scritto per Odio la Juve in ordine di apparizione:

Davide Steccanella - Le radici dell'odio

Stefano Radice - Cosa rimane del derby? Storia sociale di un diverso permanente

Max Guareschi - La coscienza infelice dello juventino

Juri di Molfetta - Tutta mia la città

Niccolò Rondinelli - Il peccato originale

Domenico Mungo - Trattato di filologia dell'odio. Dell'avversione di Firenze per traditori, ladri e invasori

Enrico Astolfi - Zebra di merda!

Duka - Il gol di Turone, la zona e il catenaccio. La magica era sublime, la Juventus era palla dritta e pedalare

Angelo Petrella - Forse un giorno esploderà

Francesco Berlingieri - Io odio Maurizio

Andrea Ferreri - Calcio barocco. Vita e morte del colonialismo bianconero nel Salento

Marco De Rose - 'A Juventus è morta!

Giuseppe Ranieri - Storia sociale di Catanzaro Juventus

... e per doveroso diritto di replica conclude il volume il contributo di uno juventino:

Bruno Barba - Juventini? Ma quale razza